Bolt accende l'attesa per il Golden Gala

Bolt

Usain Bolt  ( foto archivio )

Dopo il grande rugby (Italia-Inghilterra l' 11 febbraio, Italia-Scozia il 17 marzo) lo stadio Olimpico sarà teatro della grande atletica la notte del 31 maggio, data del

Compeed Golden Gala, prima tappa europea del circuito della Diamond League. Ieri l' annuncio dell' ingaggio di Usain Bolt - l' uomo che ha trasformato l' atletica leggera in fenomeno planetario - lo hanno voluto dare in coppia il presidente del Coni, Gianni Petrucci, e quello della Fidal, Franco Arese, organizzatori di quello che è diventato il più importante evento per l' atletica italiana. Il campione olimpico e primatista mondiale di 100, 200 e staffetta 4x100 metri, tornerà dopo aver corso per la prima volta in Italia lo scorso anno (9"91 sui 100 metri) proprio all' Olimpico, e lo farà nel giorno del suo esordio stagionale su una pista europea con l' obiettivo di preparare l' ingresso nella leggenda dello sport all' Olimpiade di Londra. Con Bolt in cartellone ogni meeting diventa un appuntamento irrinunciabile e lo sanno bene gli organizzatori che per averlo alla partenza devono svenarsi (300 mila dollari l' ingaggio). Ma ne vale la pena, al punto che la sola presenza di Bolt spinge all' ottimismo il segretario generale del Coni, Raffaele Pagnozzi, che sogna uno stadio colorato di entusiasmo: «Nel 2011 abbiamo chiuso con un utile di 87mila euro e un aumento dei biglietti venduti del 197% (47.732 spettatori, ndr ) rispetto all' edizione precedente. Il 2012 sarà pertanto l' anno del rafforzamento, puntando sulla presenza trainante di Bolt e dei migliori atleti del momento». V. Vecc.

Stampa