Formia, culla degli atleti che si preparano a vincere

 

Da Berruti all’astista Isinbayeva, cinquant’anni di eccellenza

Mare e monti gomito a gomito, così vicini da creare un microclima unico; tra loro l'antico parco reale a dare ospitalità da oltre mezzo secolo alla Scuola Nazionale di Atletica Leggera di Formia, inaugurata il 23 novembre 1955, nata da un'intuizione di Bruno Zauli, il dirigente sportivo che dedicò la sua vita allo sviluppo dell'impiantistica

Stampa Email

Si ritira astista ceca Badurova, argento Mondiali 2007

katerina-badurova Katerina Badurova Ultimo infortunio ai legamenti la costringerebbe a 2 anni di stop Praga (Repubblica Ceca), 30 apr. (Ap) - La ventisettenne astista ceca Katerina Badurova, argento ai Mondiali di atletica leggera di Osaka 2007, ha annunciato di avere deciso di mettere fine alla sua carriera a causa dei ricorrenti infortuni che la tormentano da anni. La Badurova ha spiegato oggi che l'ultimo infortunio subito ai legamenti del ginocchio sinistro la costringerebbe ad uno stop di due anni. Il 2007 è stato l'unico anno in cui la polacca non ha avuto problemi fisici. Read More Ad Osaka saltò la misura di 4,75 metri, stabilendo anche il record nazionale.

Stampa Email

Maratona di Londra, 170mila euro per charter atleti

Londra, 22 apr. (Ap) - La nube vulcanica che ha paralizzato il traffico aereo in Europa è costata cara agli organizzatori della Maratona di Londra. Il comitato ha dovuto sborsare circa 170mila euro per portare in Gran Bretagna gli atleti bloccati dal caos dell'ultima settimana. Gran parte della spesa sostenuta dagli organizzatori è stata impiegata su un charter da 130mila euro organizzato a Nairobi, in Kenya, per il campione in carica Sammy Wanjiru ed altri specialisti africani.

Stampa Email

Over 40, tutti atleti ma ad alto rischio

Corrono, giocano a tennie e a calcio, vanno in bicicletta pensando
che sia un bene assoluto. Ma sbagliano, chi esagera può avere problemi

DI TUTTO il gruppo di amici con i quali ho cominciato a correre, negli anni '80, a sgambettare, con qualche regolarità, su e giù per i viali romani di Villa Pamphili o dell'Acqua Acetosa siamo rimasti in due: io e Paolo. Forse perché i più vecchi e i più lenti. Dario e Eugenio, tendine d'Achille; Roberto, ginocchio; Marco, ernia del

Stampa Email