Stretching, guai a dimenticarlo

Per i runner, l’allungamento muscolare è importante, se ben fatto determina indiscutibili vantaggi: con una muscolatura che si può allungare correttamente l’attrito muscolare diminuisce, massimizzando la forza impressa nello sforzo. Di conseguenza la corsa è più economica e redditizia, senza contare la minor propensione agli infortuni muscolari.

 
Gli esercizi di stretching, se compiuti male e in fretta, possono invece diventare addirittura dannosi, causando uno stress alla muscolatura, che si contrae di conseguenza. Appoggiarsi per pochi minuti ad un supporto ed eseguire frettolosamente esercizi di contrazione non porta benefici, ma aumenta i rischi di contrattura.
Certo, dipende da molti fattori quali fisico, età, peso e grado di allenamento: in ogni modo, dedicarsi il tempo necessario per  svolgere gli esercizi correttamente è un fattore importante per massimizzare i risultati. Nel caso il tempo mancasse, meglio pochi esercizi, ma eseguiti correttamente.
Se lo stretching viene svolto prima dell’allenamento, è finalizzato ad una maggiore prontezza muscolare. Se viene eseguito dopo lo sforzo, serve a ridurre quelle tensioni muscolari insorte con la corsa.

da polase.it

Stampa Email

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna