I vantaggi di allenarsi in acqua

Per un runner, soprattutto se reduce da un infortunio, un buon piano di allenamento può includere anche sessioni di acquagym: tra i tanti possibili, l’esercizio più indicato è quello dell’acquarunning, che consiste nel camminare/correre su un tapis roulant posizionato in acqua.


I vantaggi offerti da questo tipo di allenamento sono molteplici. Innanzitutto, in acqua la resistenza è circa 12 volte superiore a quella opposta dall’aria: questo assicura l’intensità e la completezza dello sforzo. Inoltre, le onde e gli spostamenti d’acqua durante una lezione di acquarunning, insieme con il movimento della persona, hanno un effetto paragonabile a quello di una vasca idromassaggio: i muscoli ne risultano tonificati, la pelle levigata e la circolazione è migliore. L’acquarunning favorisce poi il drenaggio dei liquidi in eccesso e l’eliminazione delle tossine.
Un altro vantaggio offerto dall’allenamento in acqua è dato dal fatto che le articolazioni sono meno sollecitate. Ciò permette al runner di lavorare con una certa intensità senza correre il rischio di subire traumi.
Le sessioni di acquarunning sono ideali anche per ottenere una tonificazione completa. Va infatti ricordato che è più difficile mantenere l’equilibrio mentre si cammina/corre su un tapis roulant posizionato sott’acqua piuttosto che all’aria aperta: per questo motivo, in acqua, si agisce non soltanto sui muscoli delle gambe ma anche su quelli addominali e dorsali, nonché sulle braccia.

da polasesport.it

Stampa Email

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna